RAVVIVARE L'ODORE DELLE CALZE USATE
Un piccolo trucco a volte molto utile!

 

Ho deciso di scrivere questa breve nota dopo aver "scoperto" a mia volta questo trucchetto qualche tempo fa, pensando che possa tornare utile a qualcun altro. Ovviamente non escludo che la cosa possa già essere conosciuta, ma io non avevo mai trovato nulla di descritto che riguardasse l'argomento, quindi... bè, se lo sapete già risparmiatevi la lettura, in caso contrario troverete la cosa utile ed interessante, almeno in certe occasioni.

Se come me siete interessati/e a certi odorini relativi ai deliziosi piedi femminili, vi sarà capitato di certo di riuscire magari a mettere le mani su delle calze usate da qualche vostra amica/conoscente/parente... Ora, se l'uso è recente e se le calze non sono state lavate ovviamente nessun problema! L'odore rimane sicuramente per diverse ore o anche uno-due giorni, in dipendenza anche dal tipo di calza (il nylon più leggero mantiene per meno tempo gli odori, materiali più spessi e pesanti si impregnano di più e mantengono più a lungo l'odore) e da quanto sono state usate sia come tempo di indosso sia nel senso di riutilizzo per più volte senza lavaggi.
Comunque sia, con il passare del tempo se non più usate le calze tendono ad odorare sempre di meno, indipendentemente dal materiale. Le parti di odore dovute alle sostanze più volatili asciugano ed evaporano e comunque le calze si "seccano" diventando poco o per nulla odorose, mantenendo nella migliore delle ipotesi un poco della parte più "corposa" dell'odore di piedi.
A me è accaduto non molto tempo fa, quando con una scusa sono riuscito ad andare nell'appartamento dove vive una amica proprio mentre lei era via per alcuni giorni di vacanza. Visto che è una ragazza molto carina, di 23 anni e che ha dei piedini (anzi, piedoni visto che porta un 41!) deliziosi... inutile nascondere che l'occasione mi faceva sperare di trovare qualcosa di ben usato e che mi facesse scoprire che odore avevano quei piedi!
Quando sono stato nel suo appartamento lei era già via da alcuni giorni, quindi di usato da poco di certo non c'era nulla. Le sue scarpe (tutte) rimaste a casa erano quasi tutte ormai fuori stagione (le altre evidentemente se le era portate con se) e non avevano davvero odore, tranne forse un paio, ma era un qualcosa di veramente minimo. Chissà da quanto non le usava! Come se non bastasse prima di partire aveva fatto un bucato e sullo stendino in bella mostra ormai asciutti vi erano svariati calzini di cotone, di quelli che coprono appena il piede. Altri erano nei cassetti, ma erano puliti e lavati... Quindi nessuna speranza di odore. Stavo già per arrendermi quando in un piccolo cassetto ho trovato alcune calze lunghe, autoreggenti, di colore scuro (blu e nere) e di materiale abbastanza spesso, probabilmente sintetico o misto. Erano arrotolate su se stesse a formare appunto dei rotolini di due calze appaiate, con il centro costituito dalla parte del piede e via via il resto arrotolato. Ero molto poco fiducioso visti i risultati sino a quel punto, ma... una annusata l'ho comunque voluta dare, addirittura senza svolgere i rotolini. E qui... sorpresa!!! L'odore c'era!! Non fortissimo ma comunque ben presente, soprattutto in una delle paia di autoreggenti. Sicuramente quelle paia di calze non erano state lavate dopo l'uso, ma solo riposte. E (questa è solo la mia spiegazione) forse il motivo era che quelle calze erano comunque più delicate e richiedevano lavaggi diversi e meno frequenti rispetto a dei banali calzini di cotone... quindi probabilmente la ragazza le usava più volte prima di lavarle!! ;-) E qui mi è venuto buono il "TRUCCO" di cui volevo parlare e che ora descriverò.

IL "TRUCCO"

Nel caso in cui delle calze (di qualsiasi materiale) siano state usate ma lasciate li uno o più giorni (ovviamente senza essere lavate!) ed abbiano perso molto del loro odore, anche quasi tutto, è possibile in un modo assolutamente semplice e veloce "ravvivare" il loro aroma. Il grado di successo dipende da molti fattori (tempo, materiale delle calze, odore più o meno intenso iniziale, quanto tempo siano state usate ed in quante occasioni...), ma posso assicurare che un buon recupero lo si ha sempre e nei casi più fortunati si arriva quasi a riprodurre l'odore delle calze quasi come fossero appena sfilate.
Il tutto consiste semplicemente in due semplici concetti: INUMIDIRLE e RISCALDARLE a temperatura corporea.
Attenzione: "inumidire" NON vuole dire bagnare!! Le calze devono essere solo inumidite!! Il modo più semplice per farlo è di bagnarsi le mani sotto l'acqua corrente, poi senza asciugarle fare scorrere e passare più volte direttamente la calza (parte del piede) nella mano chiusa. Senza bagnare nuovamente le mani, scorrere più volte la calza, eventualmente inumidendola anche con la parte superiore delle mani. Poi va valutato caso per caso (in base a quanto assorbono le calze), si può anche ripetere una leggera bagnatura delle mani e ripetere lo scorrimento della calza altre volte. L'importante è che la calza non sia zuppa di acqua! Solo umida. Fra l'altro con questo sistema e tenendo le calze nel pugno chiuso, strofinandole ecc. si ha anche l'effetto di portarle in poco tempo alla temperatura del vostro corpo! E questa era la seconda parte del trucchetto. Dopo un paio di minuti di questo lavoro avrete preparato a dovere le calze: provate ad annusarle ora!!! E vi accorgerete della differenza rispetto a prima. Non solo l'odore è diventato ben più intenso, ma si possono avvertire aspetti dell'aroma che sembravano spariti, come "l'aspro" (odore tipo aceto, che in genere è il primo ad andarsene). Non dico che sarà come odorare le calze appena sfilate dal piede, ma comunque sarà tutt'altra cosa rispetto a prima. Provare per credere!!! ;-)

Un trucchetto molto semplice, forse già noto a molti di voi, ma che mi sta dando soddisfazioni... odorose non da poco e che quindi vale la pena di conoscere!
Le autoreggenti della mia amica con questo sistema sono diventate davvero molto odorose!! E mi hanno dato un'ottima idea di che profumino eccitante abbiano i suoi piedi. E' stato davvero arrapante strusciarmele in viso annusandole, e anche strusciandoci dentro... altre parti del corpo ;-)
Alla fine le ho riposte arrotolandole come le aveva lasciate lei. E da allora ogni volta che la incontro mi eccita un sacco l'idea di sapere come siano odorosi i suoi piedoni senza che lei abbia la minima idea di quello che invece ho potuto "scoprire" di lei!

Spero che questo trucchetto possa essere utile a molti altri e che magari grazie ad esso possiate ridare vita a delle calze, bene usate ovviamente, ma inutilizzate da qualche tempo.
Se vi va, se trovate utile la cosa, se l'applicate con successo... bè, scrivetemi, fatemelo sapere!! Ne sarò contento.

Alla prossima allora e... sempre buoni annusamenti a tutti i cultori e le cultrici!!

 

 

BACK